englishenglish
cerca nel sito >
ABRAMOABRAMO
ABRAMOABRAMO
ABRAMOABRAMO

HOMEEMAILPRINT

Contro la pena di morte - Victor Hugo


Introduzione di Marco Bertotto
Traduzione e cura di Paolo Fontana
Pagine 749, Euro 12,00 - ISBN 88 8324 088 X
 

«Nel corso del 2002 sono state 'giustiziate' oltre 1.526 persone in 31 paesi e si sono registrate 3.248 condanne a morte in 67 paesi del mondo. Sono dati che purtroppo rischiano di descrivere solo una parte del problema, se consideriamo che in molti paesi le con­danne a morte continuano ad essere nascoste dal segreto di stato. In svariati casi le sentenze di morte vengono emesse dopo proces­si iniqui, spesso senza un'effettiva possibilità di difesa per l'im­putato. Spesso la pena capitale viene applicata per reprimere il dissenso, eliminare gli individui non graditi, discriminare i sog­getti più deboli e vulnerabili. In alcune nazioni, in palese viola­zione del diritto internazionale, sono condannati a morte anche minorenni al momento del reato e ritardati mentali. Contro la pena di morte che continua a uccidere è in corso una campagna abolizioni­sta che si nutre del sostegno e dell'entusiasmo di tante persone. Non bastano però le grandi mobilitazioni in piazza per salvare le vite dei condannati e abolire la pena capitale: occorre ritro­vare luoghi e momenti per dar fiato al ragionamento e smonta­re l'impalcatura teorica che, in molti paesi, continua a sorregge­re e giustificare l'applicazione della pena di morte. Gli scritti di Victor Hugo riportati in questo volume rappresentano un con­tributo importante per quest'operazione culturale, perchè forni­scono spunti e stimoli che ancora oggi conservano quel senso di passione e di pragmatismo senza cui la battaglia abolizionista risulterebbe velleitaria e destinata alla sconfitta».
(Dalla Presentazione di Marco Bertotto Presidente della sezione italiana di Amnesty lnternational)





© ABRAMO Holding S.p.A.
P.I. 02445990795
C.F. 05330751008